• persone

    Scommettere sul futuro proprio nel luogo in cui le scommesse e slot machine gestite dalla ‘ndrangheta quello stesso futuro lo distruggevano. Ora quel locale confiscato alle mafie in via Missori si chiama Casa Anawim ed è diventato un piccolo appartamento colorato, di fronte alla stazione ferroviaria di Reggio Calabria.

    Una casa che si trova di fronte a un’altra, La Casa di Lena, un nome che evoca famiglia, accoglienza, calore: ad aprire la porta di questo locale dell’edificio ferroviario di via Barlaam a Reggio Calabria, ceduto in comodato d’uso al Comune e gestito dalla Caritas, sono i volontari dell’Help Center inaugurato presso la stazione circa un anno fa.

    Un punto di accoglienza per i tanti senza fissa dimora o con difficoltà economiche o sociali che arrivano in stazione: a Casa di Lena possono trovare informazioni sui servizi che offre il territorio e volontari sempre pronti a scambiare quattro chiacchiere con chi si affaccia alla porta in cerca di aiuto. Casa Anawim non è altro che la naturale prosecuzione di questo luogo di prima accoglienza: qualche posto letto e una libreria per dare ristoro temporaneamente a chi bussa all’Help Center.

    Casa Anawim fa parte del progetto Costruire Speranza, portato avanti dalla Caritas Calabria sui temi della legalità attraverso il recupero di luoghi sottratti alle cosche, da riutilizzare per farli diventare centri dedicati allo sport, all’accoglienza e alla formazione.

    Quello di Reggio Calabria è uno dei tanti esempi di riuso in chiave sociale di immobili confiscati alle mafie: una conquista che si aggiunge al bel lavoro di accoglienza fatto dagli Help Center in tutta Italia.

    di Michela Passarin

Effettua il login per commentare. Altrimenti registrati

Registrati

chiudi

Inserisci i dati

 (*) L'indirizzo email sarà la tua userid per accedere ad Opentreno.it

Dichiarazione di consenso

Letta I'informativa di cui sopra ai sensi dell'art. 13 del D.Igs. 30 giugno 2003, n. 196: per quanto riguarda I'utilizzo del mio indirizzo e-mail per le seguenti finalità: invio da parte di Trenitalia di materiale pubblicitario e promozionale dei propri prodotti e servizi e di quelli delle societa partner operanti nel settore autonoleggio, turismo, alberghiero, ristorazione, arte e cultura, rilevazione del grado di soddisfazione della clientela, partecipazione concorsi a premi.

Cookies

Nessun dato personale degli utenti viene in proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né; vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e svaniscono con la chiusura del browser) é strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito. I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso as altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.

La redazione

  • Alessandro Ribaldi

    Odia parlare in terza persona, ma ama cambiare idea nell'immediato.

    Roma, Italia

  • Antonino Tuttolomondo

    Tedesco di nascita, siciliano nel sangue, romano d'adozione. Poche parole, molti fatti.

    Roma, Italia.

  • Chiara Cianfarani

    Ci sono più cose in cielo e in terra di quante non ne sogni la tua filosofia.

    Roma

  • Ida Suriano

    Troppa verità fa male alla pelle.

    Roma, Italia.

  • Arianna Mallus

    Dubito ergo sum

    Roma, Italia

  • Marta Bartolozzi

    "L’umiltà e la semplicità sono le due vere sorgenti della bellezza".

    Roma, Italia

  • Martina Quadrino

    La musica è la lingua dello spirito.

    Roma

  • Carmen Pidalà

    Non far domande e non sentirai menzogne.

    Roma, Italia.

  • Michela Passarin

    Social media, viaggi, arte e scrittura. Parlo poco, osservo molto.

    Roma, Italia

  • Rossella D’Orio

    "Tutto ciò che vediamo è un punto di vista, non la verità"

    Roma, Italia