• innovazione

    La divulgazione scientifica può passare solo attraverso le Accademie e le pubblicazioni? C’è chi sostiene che si può parlare di fisica anche a teatro e nella letteratura. O meglio, non solo sostiene, ma lo realizza concretamente.

    Gabriella Greison, fisica nucleare, scrittrice e giornalista italiana, sarà una degli speaker che interverranno al TEDx Tiburtino, in programma mercoledì 8 marzo presso la stazione di Roma Tiburtina. Da qualche tempo ha deciso di portare la scienza in teatro con il suo 1927 monologo quantistico:  un modo creativo per raccontare la storia della fisica quantistica attraverso le grandi figure del XX secolo. Gabriella nel suo blog racconta: “Tutto è nato da una mia ossessione per una fotografia. Una splendida foto in bianco e nero, 29 uomini in posa. Quasi tutti fisici, 17 erano o sarebbero diventati premi Nobel. Sono andata a Bruxelles e ho trovato informazioni, lettere, dialoghi di quei personaggi coraggiosi che hanno cambiato il mondo. Era il 1927, e hanno creato la fisica quantistica.”

    Se è vero che l’obiettivo della scienza è quello di crescere, di portare evoluzione, conoscenza, progresso, e se è vero che il tempo e la velocità sono concetti preziosi quando si parla di teorie scientifiche, è anche vero che la scienza è anche semplificazione: matematica e fisica consentono di comprendere l’universo e le sue leggi semplificando la realtà e mettendo la conoscenza alla portata di tutti.

    Gabriella ci porta in un passato lontano, a conoscere persone che con la propria volontà e intelligenza hanno fatto da trailblazers: hanno tracciato strade dove gli altri vedevano muri. E non vediamo l’ora di ascoltarla al TEDx Tiburtino.

    «Crescere è la parola più importante per uno scienziato. Velocizzare è una parola che i matematici e i fisici conoscono bene, avendo molto a cuore il tempo e il suo utilizzo. Semplificare, invece, significa rendere più semplici i concetti, le teorie, le trovate che portano alle soluzioni.»

    (Gabriella Greison)

    di Michela Passarin

Effettua il login per commentare. Altrimenti registrati

Registrati

chiudi

Inserisci i dati

 (*) L'indirizzo email sarà la tua userid per accedere ad Opentreno.it

Dichiarazione di consenso

Letta I'informativa di cui sopra ai sensi dell'art. 13 del D.Igs. 30 giugno 2003, n. 196: per quanto riguarda I'utilizzo del mio indirizzo e-mail per le seguenti finalità: invio da parte di Trenitalia di materiale pubblicitario e promozionale dei propri prodotti e servizi e di quelli delle societa partner operanti nel settore autonoleggio, turismo, alberghiero, ristorazione, arte e cultura, rilevazione del grado di soddisfazione della clientela, partecipazione concorsi a premi.

Cookies

Nessun dato personale degli utenti viene in proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né; vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e svaniscono con la chiusura del browser) é strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito. I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso as altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.

La redazione

  • Michela Passarin

    Social media, viaggi, arte e scrittura. Parlo poco, osservo molto.

    Roma, Italia

  • Carmen Pidalà

    Non far domande e non sentirai menzogne.

    Roma, Italia.

  • Arianna Mallus

    Dubito ergo sum

    Roma, Italia

  • Marta Bartolozzi

    "L’umiltà e la semplicità sono le due vere sorgenti della bellezza".

    Roma, Italia

  • Antonino Tuttolomondo

    Tedesco di nascita, siciliano nel sangue, romano d'adozione. Poche parole, molti fatti.

    Roma, Italia.

  • Ida Suriano

    Troppa verità fa male alla pelle.

    Roma, Italia.

  • Martina Quadrino

    La musica è la lingua dello spirito.

    Roma

  • Rossella D’Orio

    "Tutto ciò che vediamo è un punto di vista, non la verità"

    Roma, Italia

  • Alessandro Ribaldi

    Odia parlare in terza persona, ma ama cambiare idea nell'immediato.

    Roma, Italia

  • Chiara Cianfarani

    Ci sono più cose in cielo e in terra di quante non ne sogni la tua filosofia.

    Roma