• storia

    Sul Golfo di Napoli, tra il mare e il Vesuvio, si affaccia un pezzo importante della storia della ferrovia italiana: il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa.

    La sede è ospitata in uno dei più importanti complessi di archeologia industriale del Paese: il Reale Opificio Meccanico, Pirotecnico e per le Locomotive, fondato da Ferdinando II di Borbone nel 1840. Si tratta di uno dei più importanti musei ferroviari d’Europa, inaugurato nel 1989 e oggi tornato all’antico splendore grazie alle numerose iniziative organizzate dalla Fondazione FS Italiane.

    Dal 31 marzo al 2 aprile ci sarà la manifestazione “Porte Aperte al Museo di Pietrarsa”, tre giornate speciali per celebrare la conclusione dei lavori di riqualificazione dell’intero complesso.

    Durante il fine settimana, ci sarà un fitto programma di eventi: visite guidate per adulti e bambini, rappresentazioni musicali a cura degli studenti delle scuole elementari, street food sulla terrazza sul mare, viaggio in treno storico con il Pietrarsa Express (da Napoli Centrale al Museo), personaggi in abiti del Settecento e dell’Ottocento che animeranno la Sala delle Locomotive, mentre la Sala dei 500 farà da cornice a un concerto di musica classica.

    Nelle giornate di venerdì 31 marzo, sabato 1 e domenica 2 aprile, oltre agli eventi speciali, ci sarà un virtual tour della Bayard, che farà rivivere ai visitatori la nascita della ferrovia in Italia. Storia della ferrovia che sarà possibile ripercorrere anche grazie alla proiezione del lungometraggio “Un viaggio lungo 100 anni” di Pupi Avati. Da non perdere la mostra fotografica “I viaggi sul treno presidenziale” allestita nel padiglione “la Cattedrale” e la mostra sulle divise storiche delle FS, nella Sala dei Macchinari d’Officina.

    di Michela Passarin

Effettua il login per commentare. Altrimenti registrati

Registrati

chiudi

Inserisci i dati

 (*) L'indirizzo email sarà la tua userid per accedere ad Opentreno.it

Dichiarazione di consenso

Letta I'informativa di cui sopra ai sensi dell'art. 13 del D.Igs. 30 giugno 2003, n. 196: per quanto riguarda I'utilizzo del mio indirizzo e-mail per le seguenti finalità: invio da parte di Trenitalia di materiale pubblicitario e promozionale dei propri prodotti e servizi e di quelli delle societa partner operanti nel settore autonoleggio, turismo, alberghiero, ristorazione, arte e cultura, rilevazione del grado di soddisfazione della clientela, partecipazione concorsi a premi.

Cookies

Nessun dato personale degli utenti viene in proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né; vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e svaniscono con la chiusura del browser) é strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito. I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso as altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.

La redazione

  • Chiara Cianfarani

    Ci sono più cose in cielo e in terra di quante non ne sogni la tua filosofia.

    Roma

  • Marta Bartolozzi

    "L’umiltà e la semplicità sono le due vere sorgenti della bellezza".

    Roma, Italia

  • Ida Suriano

    Troppa verità fa male alla pelle.

    Roma, Italia.

  • Arianna Mallus

    Dubito ergo sum

    Roma, Italia

  • Carmen Pidalà

    Non far domande e non sentirai menzogne.

    Roma, Italia.

  • Antonino Tuttolomondo

    Tedesco di nascita, siciliano nel sangue, romano d'adozione. Poche parole, molti fatti.

    Roma, Italia.

  • Michela Passarin

    Social media, viaggi, arte e scrittura. Parlo poco, osservo molto.

    Roma, Italia

  • Martina Quadrino

    La musica è la lingua dello spirito.

    Roma

  • Alessandro Ribaldi

    Odia parlare in terza persona, ma ama cambiare idea nell'immediato.

    Roma, Italia

  • Rossella D’Orio

    "Tutto ciò che vediamo è un punto di vista, non la verità"

    Roma, Italia