• ambiente

    Vicino al Lago d’Orta, si trova una piccola oasi verde: è la stazione di Orta Miasino, diventata capolinea della linea Novara – Domodossola nel 1884. L’ex – magazzino merci, l’area verde dello scalo, i servizi igienici e altri due fabbricati utilizzati come deposito, nel 1999 sono stati concessi da RFI in comodato al Consorzio Pro Loco Lago d’Orta. Ed è nato così il giardino segreto delle sementi rare. Un vero e proprio parco che attrae appassionati di botanica, turisti e studenti delle scuole.

    Nel giardino di Orta Miasino fioriscono circa 45 varietà di ortensie, fiore da cui deriva il nome della località di Orta. Inoltre, si possono trovare piante di suregio, susincocco, pera passacrassana, renetta bianca e molte altre specie in via di estinzione. Il giardino è nato nel 2009, nell’ambito del progetto europeo “Biodiversità? Salviamola Mangiandola”, che aveva come obiettivo proprio la creazione di orti destinati alla tutela delle piante rare.

    Non solo tutela del patrimonio agrario della zona: attorno al giardino è nata anche una piccola  attività economica. L’azienda agricola “Terra di Mezzo”, infatti, produce marmellate con i frutti presenti nell’oro e le vende in alcuni periodi dell’anno. Oltre alla vendita di prodotti a km zero, la stazione di Orta Miasino è sede di corsi di orticultura e frutticultura bio.

    La stazione di Orta Miasino rappresenta, quindi, un eccellente esempio di recupero del patrimonio ferroviario, ma anche di attenzione e cura del territorio e della storia locale.

     

    Per approfondire: Ricerca sulle stazioni impresenziate assegnate per scopi sociali, turistici e culturali (pag. 23).

     

     

    di Michela Passarin

Effettua il login per commentare. Altrimenti registrati

Registrati

chiudi

Inserisci i dati

 (*) L'indirizzo email sarà la tua userid per accedere ad Opentreno.it

Dichiarazione di consenso

Letta I'informativa di cui sopra ai sensi dell'art. 13 del D.Igs. 30 giugno 2003, n. 196: per quanto riguarda I'utilizzo del mio indirizzo e-mail per le seguenti finalità: invio da parte di Trenitalia di materiale pubblicitario e promozionale dei propri prodotti e servizi e di quelli delle societa partner operanti nel settore autonoleggio, turismo, alberghiero, ristorazione, arte e cultura, rilevazione del grado di soddisfazione della clientela, partecipazione concorsi a premi.

Cookies

Nessun dato personale degli utenti viene in proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né; vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e svaniscono con la chiusura del browser) é strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito. I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso as altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.

La redazione

  • Martina Quadrino

    La musica è la lingua dello spirito.

    Roma

  • Marta Bartolozzi

    "L’umiltà e la semplicità sono le due vere sorgenti della bellezza".

    Roma, Italia

  • Alessandro Ribaldi

    Odia parlare in terza persona, ma ama cambiare idea nell'immediato.

    Roma, Italia

  • Arianna Mallus

    Dubito ergo sum

    Roma, Italia

  • Rossella D’Orio

    "Tutto ciò che vediamo è un punto di vista, non la verità"

    Roma, Italia

  • Carmen Pidalà

    Non far domande e non sentirai menzogne.

    Roma, Italia.

  • Antonino Tuttolomondo

    Tedesco di nascita, siciliano nel sangue, romano d'adozione. Poche parole, molti fatti.

    Roma, Italia.

  • Ida Suriano

    Troppa verità fa male alla pelle.

    Roma, Italia.

  • Chiara Cianfarani

    Ci sono più cose in cielo e in terra di quante non ne sogni la tua filosofia.

    Roma

  • Michela Passarin

    Social media, viaggi, arte e scrittura. Parlo poco, osservo molto.

    Roma, Italia