• ambiente

    Overshoot Day: abbiamo finito il budget

     

    Immaginate di essere a capo di un’azienda e di avere a disposizione un budget annuale che ogni 365 giorni si rinnova. Da bravi manager sapete di non poter sperperare queste risorse, né spendere tutto nei primi mesi dell’anno; altrimenti, i vostri conti andranno in rosso, ci rimetterete e per tenere in vita la vostra azienda dovrete tirare la cinghia, se non addirittura dichiarare fallimento.

    Ecco, l’azienda dalle risorse limitate è la Terra e gli esseri umani non stanno svolgendo bene il loro compito di manager. Il 2 agosto è stato l’Overshoot Day: in parole povere, abbiamo consumato già tutte le risorse naturali rinnovabili per il 2017. La fatidica data è stata resa nota dal Global Footprint Network (GFN), l’organizzazione che si occupa di contabilità ambientale e calcola l’impronta ecologica.

    Secondo GFN, stiamo consumando le risorse di 1,7 pianeti all’anno: un po’ eccessivo, no? E un’altra notizia: il 2 agosto, in realtà, è una data “media”, calcolata sull’impronta ecologica a livello mondiale. Se tutta la popolazione mondiale vivesse come facciamo in Italia, avremmo già bruciato tutto il “budget” il 19 maggio.

    #movethedate: una sfida per la sostenibilità

     

    Spostare la data dell’Overshoot Day è un obiettivo urgente perché significa riequilibrare l’utilizzo delle risorse naturali e rispettare i tempi in cui esse si rinnovano.

    La sostenibilità è alla base della campagna lanciata dal Global Footprint Network dal titolo #movethedate: 7 possibili azioni per gesti quotidiani sostenibili e rispettosi dell’ambiente. Piccole sfide giornaliere da compiere tutto l’anno, fino a farle diventare buone abitudini. L’obiettivo ultimo è quello di tornare a utilizzare le risorse di 1 solo pianeta all’anno, senza andare in debito con il futuro.

    Agenda 2030, obiettivo 13: agire per il clima

     

    Overshoot Day è uno di quegli alert che scattano e che ci riportano all’impegno preso con l’Agenda 2030, nella quale sono stati definiti gli obiettivi per uno sviluppo sostenibile. L’obiettivo numero 13 è “agire per il clima“, promuovendo azioni per limitare i cambiamenti climatici.

    Le grandi aziende hanno una grossa responsabilità in questo senso: per questo, Ferrovie dello Stato Italiane ha fatto propri gli obiettivi di sostenibilità ambientale, cercando di diminuire il proprio impatto ambientale con una serie di azioni mirate alla tutela del territorio, all’utilizzo di energie pulite e alla diminuzione dell’impronta ecologica. Barriere fonoassorbenti, utilizzo di energie rinnovabili per produzione, manutenzione e uffici, miglioramento dell’efficienza energetica e rinnovo parco mezzi e rotabili sono alcune delle azioni messe in atto per ridurre il più possibile le emissioni e rispettare il territorio.

    E voi, cosa fate per ridurre il vostro impatto ambientale?

     

    di Michela Passarin

Effettua il login per commentare. Altrimenti registrati

Registrati

chiudi

Inserisci i dati

 (*) L'indirizzo email sarà la tua userid per accedere ad Opentreno.it

Dichiarazione di consenso

Letta I'informativa di cui sopra ai sensi dell'art. 13 del D.Igs. 30 giugno 2003, n. 196: per quanto riguarda I'utilizzo del mio indirizzo e-mail per le seguenti finalità: invio da parte di Trenitalia di materiale pubblicitario e promozionale dei propri prodotti e servizi e di quelli delle societa partner operanti nel settore autonoleggio, turismo, alberghiero, ristorazione, arte e cultura, rilevazione del grado di soddisfazione della clientela, partecipazione concorsi a premi.

Cookies

Nessun dato personale degli utenti viene in proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né; vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e svaniscono con la chiusura del browser) é strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito. I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso as altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.

La redazione

  • Martina Quadrino

    La musica è la lingua dello spirito.

    Roma

  • Alessandro Ribaldi

    Odia parlare in terza persona, ma ama cambiare idea nell'immediato.

    Roma, Italia

  • Ida Suriano

    Troppa verità fa male alla pelle.

    Roma, Italia.

  • Michela Passarin

    Social media, viaggi, arte e scrittura. Parlo poco, osservo molto.

    Roma, Italia

  • Marta Bartolozzi

    "L’umiltà e la semplicità sono le due vere sorgenti della bellezza".

    Roma, Italia

  • Carmen Pidalà

    Non far domande e non sentirai menzogne.

    Roma, Italia.

  • Rossella D’Orio

    "Tutto ciò che vediamo è un punto di vista, non la verità"

    Roma, Italia

  • Antonino Tuttolomondo

    Tedesco di nascita, siciliano nel sangue, romano d'adozione. Poche parole, molti fatti.

    Roma, Italia.

  • Chiara Cianfarani

    Ci sono più cose in cielo e in terra di quante non ne sogni la tua filosofia.

    Roma

  • Arianna Mallus

    Dubito ergo sum

    Roma, Italia