• innovazione

    Nuove tendenze digitali, nuove tecnologie e una crescente attenzione per la sostenibilità e l’impatto ambientale: ecco 3 trend della mobilità da tenere d’occhio in questo 2018.

     

    1. Mobilità elettrica

     

    Elon Musk è forse il nome che associamo di più alla rivoluzione elettrica nel campo dei trasporti. La mobilità elettrica (e-mobility) sarà uno dei trend del 2018. Accanto a Tesla, che porta continue innovazioni nel settore, molte sono le aziende del settore automobilistico e dell’energia che si stanno muovendo in questa direzione. Sicuramente, questa accelerazione è dovuta anche a un contesto politico e sociale più sensibile ai temi della mobilità sostenibile. Basti pensare ai Paesi del Nord Europa che incentivano l’utilizzo di veicoli elettrici, le cui immatricolazioni stanno crescendo anno dopo anno. In Italia, siamo ancora un po’ indietro, ma il trend è senza dubbio da seguire.

    2. Mobility-as-a-Service (MaaS)

     

    Il 2018 sarà l’anno della Mobility-as-a-Service (MaaS): come sostiene Rifkin, stiamo passando dalla cultura del possesso a quella dell’accesso, e la mobilità è uno di quei settori che avrà gli effetti più evidenti nei prossimi anni. La sharing economy è il contesto in cui si inserisce la fruizione del bene in modalità “provvisoria”, ovvero uso un oggetto solo quando mi serve effettivamente, senza necessariamente doverlo “possedere”. Come se fosse un servizio, appunto. I servizi digitali in cloud, la musica e la tv in streaming (da Spotify a Netflix, per citarne alcuni), sono tutti esempi di beni che prima acquistavamo e ora vi accediamo solo quando ci serve. Il trasporto pubblico, in effetti, ha già insita questa caratteristica: paghiamo il biglietto per usufruire di un servizio temporaneo, non certo per acquistare il treno. Il car sharing, il bike sharing, i treni, gli autobus, gli aerei: la mobilità si fa sempre più condivisa. E sostenibile, visto che l’impatto ambientale di un treno che trasporta 500 persone non è certo paragonabile allo stesso quantitativo di automobili. Nuovi modelli di mobilità condivisa stanno emergendo, con effetti positivi sulla sostenibilità e sull’economia.

    3. Intelligenza Artificiale e trasporti

     

    L’Intelligenza Artificiale si sta diffondendo sempre di più, in vari campi. Nel settore dei trasporti, le possibili applicazioni sono molteplici: dai veicoli a guida autonoma ai travel assistant, fino all’elaborazione dei big data per fornire alle persone servizi personalizzati e in grado di semplificargli la vita. Nel 2018, l’intelligenza artificiale, combinata all’Internet of Things, diventerà sempre di più la tecnologia abilitante per analisi predittive, grazie alle quali migliorare le prestazioni dei veicoli e la qualità del viaggio, oltre a rendere più efficaci le decisioni da parte dei viaggiatori, siano essi semplici passeggeri o guidatori. Le capacità di apprendimento delle macchine (intese come sistemi tecnologici, non solo come automobili!) è destinata ad affinarsi, migliorando anche la sicurezza delle persone.

    di Michela Passarin

Effettua il login per commentare. Altrimenti registrati

Registrati

chiudi

Inserisci i dati

 (*) L'indirizzo email sarà la tua userid per accedere ad Opentreno.it

Dichiarazione di consenso

Letta I'informativa di cui sopra ai sensi dell'art. 13 del D.Igs. 30 giugno 2003, n. 196: per quanto riguarda I'utilizzo del mio indirizzo e-mail per le seguenti finalità: invio da parte di Trenitalia di materiale pubblicitario e promozionale dei propri prodotti e servizi e di quelli delle societa partner operanti nel settore autonoleggio, turismo, alberghiero, ristorazione, arte e cultura, rilevazione del grado di soddisfazione della clientela, partecipazione concorsi a premi.

Cookies

Nessun dato personale degli utenti viene in proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né; vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e svaniscono con la chiusura del browser) é strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito. I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso as altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.

La redazione

  • Carmen Pidalà

    Non far domande e non sentirai menzogne.

    Roma, Italia.

  • Chiara Cianfarani

    Ci sono più cose in cielo e in terra di quante non ne sogni la tua filosofia.

    Roma

  • Alessandro Ribaldi

    Odia parlare in terza persona, ma ama cambiare idea nell'immediato.

    Roma, Italia

  • Rossella D’Orio

    "Tutto ciò che vediamo è un punto di vista, non la verità"

    Roma, Italia

  • Martina Quadrino

    La musica è la lingua dello spirito.

    Roma

  • Marta Bartolozzi

    "L’umiltà e la semplicità sono le due vere sorgenti della bellezza".

    Roma, Italia

  • Ida Suriano

    Troppa verità fa male alla pelle.

    Roma, Italia.

  • Antonino Tuttolomondo

    Tedesco di nascita, siciliano nel sangue, romano d'adozione. Poche parole, molti fatti.

    Roma, Italia.

  • Michela Passarin

    Arte, scrittura e sostenibilità. Parlo poco, osservo molto.

    Roma, Italia

  • Arianna Mallus

    Dubito ergo sum

    Roma, Italia